Post Interview

Caspita ragazzi, devo ringraziarvi tutti – con un grazie in particolare per Luca Azzolini, e naturalmente tutta Piemme Freeway per la pazienza! A quanto pare sono sopravvissuta al fuoco di fila delle domande su FB, davvero tante e tutte interessanti!

Purtroppo riguardando poi il totale mi sono resa conto che ad alcuni di voi non ho risposto, causa ciclo di refresh della pagina e frenesia risponditoria… quindi se vi va di riproporre qualcuna di quelle domande rimaste ‘inascoltate’ qui, sappiate che vi risponderò più che volentieri… ovviamente con tempi un po’ più rilassati 😉

Grazie ancora a tutti!!!


54 thoughts on “Post Interview

  1. Grazie, Grazie, Grazie mille per la scacchiera miki, come dice luca azzolini.
    Per me il libro e quasi agli sgoccioli ma ti ringrazio in anticipo delle esperienze che ci ha dato attraverso il tuoi racconti 🙂

    Mi piace

  2. grazie è l’unica parola ke mi viene in mente!!!! grazie per la scacchiera, per i personaggi, per l’emozione ke mi ha dato ogni pagina!!!! mi sono commossa alle lacrime ma è stato in viaggio bellissimo….. quindi GRAZIE !!!!! Alle ultime 50 pagine ero ormai ero in lacrime sapendo ke stava per finire ma mi è piaciuto tantissimo!!!! avrei solo una domanda, forse te l’hanno già fatta cmq : nn è ke per caso avevi pensato di far tornare Deria?
    mi sarebbe veramente piaciuto rivederla con Mort!!! Mi è piaciuto tantissimo il modo in cui ci hai fatto vedere i diversi personaggi continuando a mantenere Ryan come narratore!! x me sei stata un genio!!! finito “Il maestro degli inganni” mi venuta la nostalgia e sto rileggendo i primi due!!! 🙂 !!!! sei bravissima! continua così !!!!!!!!!! GRAZIE veramente GRAZIE!!!! ciao! buona fortuna 🙂

    Mi piace

  3. P.S.
    Scusate se interrompo (di nuovo ) ma ho una cosa da dire assolutamente.
    Ore 7:59, 26 ottobre….HO FINITO IL LIBRO, appena l’ho finito mi sono fiondato nel sito, bellissimo il finale e tutto il resto Miki, grazie mille per l’esperienza, forse potrei rubarti qualcosina dal libro ( scherzo ! )

    Mi piace

  4. io solo la mia curosità su come vengono percepiti nel mondo reale Ryan, Morten, Milla e gli altri quando si trovano all’interno della Scacchiera… insomma le persone che vivono con loro si accorgono della loro scomparsa? mi ricordo che nel primo libro Ryan si accorge di essere stato “assente” nel mondo reale per poco più di 3 ore…ma in quelle 3 ore come veniva percepito dalla madre e da Max Mascella?? (di nuovo se questa domanda viene spiegata nell’ultimo libro mi scuso ma non mi è ancora arrivato… ><

    Mi piace

  5. @Luca Azzolini: Già, è stato divertente! A presto 😀

    @Dragologo: Sono molto contenta se ti è piaciuto! Grazie a te! 😉

    @vanessa: Grazie a te… e per la tua domanda ti rispondo cercando di non spoilerare troppo: in realtà no. Non avevo pensato di ‘riportare indietro’ Deria. Aveva varcato il suo confine invalicabile… anche se ovviamente a questo punto tu sai già che Ryan non ha proprio tutte le ragioni per pensare che sia così, almeno per un po’. Sono davvero contenta che ti sia piaciuto il modo in cui ho affrontato la lontananza di Ryan dagli altri… era la parte più complicata, dal mio punto di vista! 😀

    @emi2: Credo tu non sia ancora arrivata al punto, direi, ma fondamentalmente chi entra dentro la scacchiera appare per chi resta al di fuori come se si fosse addormentato o come se fosse in coma… vivo ma ‘distante’. Lo trovi nel libro comunque, ne parla qualcuno in modo molto diretto, ma non ti faccio anticipazioni se non ci sei ancora arrivata!

    @coraline: E spero di continuare a crearne (e riuscire a farli conoscere anche a voi), di mondi! 😉

    Mi piace

  6. Una domanda Miki; alla fine del libro, di qui non dico una parola per non rovinare tutto a qualcuno che non e arrivato alla fine, che fine fa Limuk e tutti gli altri uomini-bestie, spero di non rovinare nulla a nessuno, ?
    In tanto ti faccio di nuovo i miei migliori complimenti per il libro, che ancora mi domando da dove hai preso l’ispirazione per una trilogia bellissima. 😀 😀 😀 😀 😀 😀 😀 😀

    Mi piace

  7. Anche io Miki volevo ringraziarti ho finito il libro questa mattina e devo farti i complimenti. In primo luogo è la prima volta che un libro mi tiene in suspence dalla prima parola della prima pagina all’ultima ( o forse sono io che agitata e curiosa all’idea di sapere come sarebbe andata a finire l’ho vissuto pieno di suspence) e poi, sarà per cio’ che accade a Ryan, i è sembrato molto più maturo rispetto agli altri due libri (intendo la narrazione e cio’ di cui si parla). Quindi ancora una volta ti ringrazio. Grazie.

    P.S. ora non mi resta che aspettare di sapere come andrà a finire la storia di Cornelia e poi chissà cos’altro hai in serbo per noi ! ;9

    Mi piace

  8. Ho approfittato del fatto che domani (o dovrei dire oggi, dato l’orario folle?) niente lavoro, per passare l’intera notte immerso nella lettura del Maestro degli Inganni, per poterlo finalmente finire. Che dire? Dubito che stanotte (o meglio stamattina) riuscirò a chiudere occhio, causa l’angoscia. Aver finito questo tuo libro è stato devastante, come aver perduto un amico, un affezionatissimo amico che mi teneva compagnia ormai da più di tre lunghi anni. Dopo avero letto L’Ombra del Guerriero, pensavo che mai nessun altro libro avrebbe potuto coinvolgermi in una maniera più sconcertante e totale. Il Maestro degli Inganni ci è riuscito. Tu ci sei riuscita Miki, di nuovo. E ti dico solo grazie per aver regalato a tutti noi una saga così splendida e bella, coinvolgente e viva. E credimi: non c’è neanche un pizzico di voluta esagerazione in quello che sto dicendo/scrivendo adesso. Ryan, Milla e tutti gli altri mi rimarranno nel cuore per sempre, la Scacchiera nei miei ricordi come una delle migliori saghe fantasy che abbia mai letto (e sì, di saghe fantasy ne ho lette veramente tante, di ogni tipo, di ogni provenienza, di ogni scrittore).
    Quindi… devo dirlo? Libro stupendo, non mi ha mai deluso minimamente, sapevo sin dall’inizio che così sarebbe stato, nonostante tutte le grosse aspettative che vi avevo riposto sopra.
    E adesso vorrei farti una domanda Miki: [ATTENZIONE A CHI NON HA ANCORA LETTO IL LIBRO, NON CONTINUARE A LEGGERE IL COMMENTO, SPOILER ABNORMI!”]
    Alla fine del libro ci viene data una spiegazione del perchè la mano di Ryan rimane deturpata anche dopo il suo “ritorno a casa”, e come la cosa trova riscontro nel mondo di tutti i giorni. Ma mi chiedo, come viene spiegata la cicatrice sul viso di Morten? Ma soprattutto, quali sono state poi nel mondo “normale” le circostanze della morte del povero Ramos? Che ne è stato dell’umano posseduto dallo spirito dello Strisciante?
    Se vorrai e potrai rispondere a queste mie curiosità, ovviamente 🙂
    Ancora complimenti e un grazie Miki 😀

    Mi piace

  9. @Dragologo: I superstiti sono imbarcati tutti su navi diverse. Quella su cui ho caricato i passeggeri che si vedono alla fine (per non dire troppo) non è la stessa di Limluk e, visto il modo in cui si ‘esce dalla Scacchiera’, puoi pensare tranquillamente che le altre navi che sono riuscite a resistere alle tempeste (ecc ecc) siano finite nello stesso tratto di oceano però scagliate in altri tempi. Magari da Limluk e i suoi sono nate le leggende su Piedone o Sasquash (si scriverà così?) o sugli Yeti… vedila come vuoi, perché no? Non ci sono limiti! 😀

    @kiaretta96: Grazie a te!

    @Moko92: Oh, caspita! Meno male che ti è piaciuto ma confesso che arrossisco per tutti questi complimenti… detto ciò vengo alle risposte, quindi ATTENZIONE SPOILER per tutti gli altri! Non leggete oltre se non avete ancora finito il libro e non volete anticipazioni!
    In realtà alla fine si fornisce spiegazione del perché la mano di Ryan non funziona più come prima più che del fatto che è deturpata… certo, essendoci stato un piccolo ‘incidente fiammeggiante’ anche qui, da cui Mascella lo ha salvato ci saranno anche dei segni di ustione, ma la mano non sarà certo nello stato in cui era nella Scacchiera, dove il braccio praticamente si disfa. Se ricordi nel libro precedente la ferita di Mort si era già ‘affrontata’ perché sentiva male alla spalla e la cicatrice sul viso invece era quasi come uno ‘spettro’ che lui avvertiva mi pare guardandosi nello specchio, te lo dico così per intenderci. Ovviamente per Ryan il segno era più profondo, quindi… Per Ramos possiamo dire che essendo morto nella Scacchiera nel modo in cui accade, qui puoi considerarlo morto per arresto cardiaco o per una ragione che potrebbe tranquillamente passare per morte naturale. Il suo spirito se n’è semplicemente andato, se vogliamo essere poetici… Per lo Strisciante invece… quello è l’elemento ‘inquietante’ che resta nonostante il finale. Insomma, è tornato, il suo alter ego ricorda chi era nella Scacchiera come lo ricordano i nostri eroi, ma qui non può fare nulla, insomma, non ha poteri, come non ne hanno gli altri. Chi lo sa, magari cercherà un modo per riconquistare il suo potere… non è questo che dice a Morten alla fine, quasi come una velata minaccia? :mrgreen: Diciamo che lascio alla vostra immaginazione!!!

    Mi piace

  10. Che dire, quest’ultimo libro è stato semplicemente stupendo. L’ho finito ieri sera all’una, lottando contro il sonno e il buonsenso che mi diceva di riposarmi per il compito in classe che ho fatto poche ore fa (per fortuna non ne ho risentito xD). Finire un libro è sempre così, chiudere una porta che è rimasta aperta per un bel pò con la consolazione che la storia sarebbe continuata e avrei potuto continuare a sognare e a catapultarmi nello splendido mondo della Scacchiera. Ci sono rimasta un pò “male”, perchè il finale così corto, sembrava troncare di netto la storia, come quando si strappa via un cerotto per non sentire troppo dolore, ma poi ci ho riflettuto e penso che non sarebbe potuto finire in un altro modo. Così ho scritto questo messaggio per ringraziarti dei bellissimi momenti che mi hai fatto vivere scrivendo questa saga che rimarrà sempre con me e grazie alla quale penso di aver “rubato” un pò di Ryan,Mort e Milla da portare sempre con me. Quindi, grazie. 😀

    Mi piace

  11. @Moko: 😀

    @AnnaRita: Corto? Nel senso che sono ‘solo’ tre libri? Perché non mi pare di aver fatto un finale corto… ehm… 😉 Se è per i tre libri tieni conto che sono già tanti, considerando le normali ‘dinamiche editoriali’. Le cose più lunghe in genere ci vengono solo da paesi esteri o da vendite epocali (anche nostrane). Ad ogni modo personalmente seguo sempre la storia e spero piuttosto di riuscire a fare in modo che ne vediate altre, di storie. E di farvi appassionare anche a quelle!!! Magari persino di più… chi lo sa! Comunque sono davvero contenta che ti sia piaciuto e grazie mille!

    @Dragologo: 😉

    Mi piace

      1. No problem! Immagino quindi tu ti riferisca alla parte romantica(perché la battaglia ecc ecc è lunga abbastanza)… ma d’altronde non poteva essere più lunga senza diventare fine a se stessa, inutile e grondante melassa. Che scopo aveva, nel racconto di Ryan una parte romantica più lunga nel finale? Io ho immaginato che col suo carattere e dopo tutto quello che gli era capitato cercasse un po’ di privacy, no? In effetti l’ultima parola che dice è: finalmente.
        Lasciamo alla vostra immaginazione il resto. Io vi ho solo guidati sino alla naturale conclusione! 😀

        Mi piace

  12. ciao Miki! innanzitutto grazie mille per averci regalato il fantastico mondo della Scacchiera, anche se devo ammettere che, avendo finito “Il maestro degli inganni” da qualche giorno, sento già la mancanza di Ryan, Milla e Mort! 😉 mi è rimasta solo una curiosità da soddisfare, riguardo l’ultimo libro della tua trilogia: il nome “Isemen” al contrario si legge “nemesi”…. l’hai fatto apposta? forse è una domanda stupida, però non posso fare a meno di chiedermelo! 😀

    Mi piace

  13. Certo che è fatto apposta… infatti ci sono anche due titoli contrapposti Isemen e Nemesi di due diversi capitoli. Non era un caso… l’Ingannatore l’ha scelto apposta come nome, se ricordo bene Nemesi era la dea della vendetta (un po’ eqilibratrice?) che a volte però non si sfogava sul diretto colpevole di un’ingiustizia, ma sulla sua discendenza… insomma, io come mio solito ho usato e interpretato quello che avevo già a disposizione! 😀

    Mi piace

  14. Ciao Miki!!!Grazie davvero per la splendida serie che ci hai regalato…sono un lettore di fantasy da una vita ormai e trovarne ancora qualcuno che mi stupisca e mi prenda cosi tanto è davvero dura!!!Mi spiace solo che sia finita…e secondo me il finale è stato davvero meraviglioso, l’unico finale, che io ricordi, che mi ha appagato completamente!!!
    GRAZIE DI TUTTO!!!

    Mi piace

  15. Ciao a tutti.. Sono nuovo mi chiamo Mattia.. E ho scoperto da pochissimo la tua promettente trilogia, Miki! Ho già a casa il terzo.. Pare che i primi due siano un po’ introvabili.. Ma non mi arrendero’ tanto facilmente 😀
    P.s: anch’io sto (provando) a scrivere un romanzo fantasy.. Devo scrivere il capitolo 24.. Speriamo bene, dai.. 🙂

    Mi piace

  16. @frankyw7: Grazie a te e speriamo di fare ancora meglio con altre storie! 😉

    @Mattyss: Bè, speriamo che ti piacciano… poi fammi sapere se ne hai voglia! E buon lavoro col tuo romanzo!

    Mi piace

  17. Ore 1:05 (di notte) di sabato 3 Novembre 2012: metto la parola fine alla “mia” avventura sulle terre della Scacchiera. Chiudo “Il maestro degli inganni” con le mani che quasi mi tremano e le lacrime agli occhi; devo confessartelo Miki: il tuo libro (e l’intera trilogia) è il primo che è quasi riuscito a farmi piangere e non è per nulla facile. Non perchè io sia insensibile, ma perchè (o almeno io la penso così) ci vuole davvero una grande abilità per toccare il cuore di un lettore e coinvolgerlo così profondamente come tu hai fatto con me. Devo dunque ringraziarti Miki per questa magnifica saga che ha saputo regalarmi emozioni autentiche e a farmi “sentire”, in un certo senso, i personaggi quasi come “reali”. Ma parliamo del libro: in due parole bellissimo ed emozionante. Quando ho scoperto la data d’uscita se solo avessi potuto mi sarei messa a contare i secondi che mi separavano dal momento in cui avrei avuto tra le mani l’ultimo attessissimo volume e quando finalmente l’ho acquistato ho dovuto chiedere alla mia volontà uno sforzo “estremo”: ho infatti il bruttissimo vizio di leggiucchiare qua e là tra le pagine prima di iniziare la lettura vera e propria e spesso mi rovino le sorprese, ma questa volta mi sono imposta di non farlo e di non “divorare” il libro e ne è valsa completamente la pena. “Il maestro degli Inganni” è un colpo di scena dietro l’altro e nulla di quello che sembra è vero: facevo in tempo a farmi un’idea di quelli che potevano essere i piani dell’Ingannatore e lui ( come d’altronde ci si aspetta da uno con quel nome) mi contraddiceva platealmente. Mentre leggevo della battaglia finale ero agitatissima: avrebbe potuto accadere di tutto ed ero continuamente preoccupata per i nostri eroi. Quando Ryan, nel finale, ha fatto quel che ha fatto mi è venuto il magone e pensavo “Noooo, non potete farmi questo T.T”, Fortunatamente poi tutto si è risolto per il meglio ^.^ . I tuoi personaggi mi rimarrannno nel cuore nel bene o nel male ( odio profondo per l’Ingannatore e Arborea) e mi ricorderò sempre di questa trilogia mozzafiato.
    Grazie mille Miki.

    Erry

    P.s Ho letto l’intervista e l’ho trovata davvero interessante

    P.p.s (poi ho finito veramente) Devo dire che Tere mi è piciuto con quella sua aria a tratti sadica e a tratti filosofica 🙂

    Mi piace

  18. @Skye: In pentola bolle sempre tanto, nella mia almeno, spero sempre che bolla anche in quella dell’editore! 😉

    @Erry: Uao! Lieta che ti sia piaciuto tanto! Spero di entusiasmare tutti voi con qualcosa di nuovo, in futuro… quindi alla prossima (presto o tardi). 😀 Tere, sì, un cattivo ‘interessante’…

    Mi piace

  19. Miki ho una domanda: ne “l’ombra del guerriero e’ presente all’inizio una specie di riassunto del primo volume ? Come “qualche passo indietro…” che ho trovato in altri libri..:D

    Mi piace

  20. No, non c’è nessun riassunto anche perché non aveva tanto senso nell’alveo della storia, ma ho cercato di raccontare in modo che si capissero le cose, anche per un lettore che non aveva visto il primo libro o che se lo ricordava poco. Mi hanno aiutato anche dalla casa editrice, quindi… si dovrebbe seguire la storia… comunque se li leggi uno di seguito all’altro non dovresti avere nessun problema! 😉

    Mi piace

  21. grazie,Miki! 🙂 comunque li sto prendendo al contrario,la scacchiera mi arriva solo venerdì 😦 per questo cominciavo prima dal guerriero.. poi ovvio che rileggo tutto,dall’inizio,in futuro 🙂

    Mi piace

  22. Miki ho appena comprato il tuo libro e sono curiosissima di cominciare a leggerlo!!
    Purtroppo non sono riuscita a frenare la mia curiosità e sono andata alla fine del libro, e ho letto le ultime 2 righe. E ho notato una cosa, è normale che il libro si concluda Nell’epilogo “stati uniti, un anno dopo” e con la parola Del? Cioè l’ultima frase del libro è “E non tardai a concludere(…),in nave, erano stati barbagli di futuro.DEL” (conclusione—> “Del” senza punti o altre frasi dopo, come se mancasse un pezzo, possibile?) D: Io ancora non l’ho letto e forse la cosa ha senso (boh) ma se è un errore di stampa fammi sapere!! (spero di non aver fatto la figura della sciocca con questa domanda)
    Un saluto(:

    Mi piace

  23. Ciao Lulù, non è questione di fare la figura della sciocca, sai? 😉 Il punto è che non capisco che edizione o che versione tu abbia, perché qualcosa non torna. Gli altri non hanno avuto problemi e nella copia che ho io tutto è ok. Prima cosa (importante) il libro ha 568 pagine (di storia, senza contare indice ecc ecc). A 561 c’è il capitolo “Un anno dopo… Stati Uniti”, cioè quello che dici tu. La frase che citi è alla fine di 562, il “Del” è l’inizio di un’altra frase(!) e ci sono altre 6 pagine di storia… sicura che non ci siano pagine appiccicate o strappate o… boh, cado un po’ dalle nuvole altrimenti! L’unica altra alternativa è che la copia sia uscita difettata e sia capitata comunque sugli scaffali…

    PS: Comunque l’ultima frase (lunghissima!) del libro è: “Finalmente.”, quindi…

    PPSS: Non ti consiglio comunque di leggere il finale… che gusto ci sarà a vedere il resto se sai già come si conclude tutto? 😀

    Mi piace

  24. ciao!!!:D ho visto che qui nel sito ci sono un po’ di persone che scrivono romanzi, insomma delle storie. Volevo consigliare (no so se qualcuno lo conosce già) un sito dove è possibile pubblicare storie. Si possono pubblicare storia originali, ovvero storie di avventura, gialle, romantiche, horror….oppure si possono pubblicare fanfiction, ovvero delle storie che parlano dei tuoi personaggi, cantanti preferiti, e crei proprio una storia su di loro, ovviamente inventata. il sito s chiama EFP. Se pubblichi storie altre persone le possono leggere e lasciare delle recensioni con i commenti. Mi sentivo di dirlo, magari a qualcuno interessa. Se volete contattarmi su EFP mi chiamo ‘ mora1Dale ‘ non so anche per informazioni.Insomma è un sito di scrittura.
    X MIKI: ho letto il primo libro della scacchiera nera, volevo farti i complimenti è davvero bellissimo!!!:D

    Mi piace

    1. Grazie mille per l’informazione Alessandra 🙂
      Magari quando sarò più grande potrei fare un piccolo racconto su questo sito.
      Comunque sia ora vado a vederlo.

      Mi piace

    2. Ciao Alessandra! Ci sono anch’io su efp..con ‘il mondo dei quattro elementi’ . purtroppo non ho postato tutti i capitoli.. Ma se ti va..:) La storia si trova nel reparto fantasy di storie originali 😀

      Mi piace

  25. X Dragologo RR: di niente! 😀 comunque, puoi iscriverti e leggere e recensire altre storie!!!
    quando, e se scriverai storie dimmelo che recensisco 😉
    come ti è sembrato il sito?:D

    Mi piace

  26. X Alessandra:l’ho visitato il sito e devo dire che e molto bello, anche se non ho avuto il tempo di leggere una storia o solo una parte.
    Di nuovo grazie! 😀

    Mi piace

  27. Ciao Miki!!! Ho finito 5 minuti fa Il Maestro Degli Inganni!!! E’ semplicemente fantastico!!!!!!!! 😀 Questa serie è la più bella che abbia mai letto, veramente bellissima!!!!! Sei un genio Miki!!!!!!! Bravissima complimenti!!!!!!! Soprattutto le ultime pagine ero con il fiato sospeso (nonostante mio fratello più piccolo urli da almeno un’ora e che in casa regni il “caos” più totale)!!!!!! 😉 La parte in Italia dell’epilogo, è stata molto emozionante e mi è piaciuta tantissimo anche se non amo le scene romantiche!!!!! Devo comprare La Scacchiera Nera perché gli altri due libri seguenti li ho già, almeno potrò rileggere tutta la serie!!!!! 😀 Grazie per queste avventure meravigliose che ci hai scritto, grazie, grazie, GRAZIE DAVVERO!!!!!!!! In bocca al lupo per i prossimi libri!!!!! 🙂
    P.S. complimenti anche per le battute ironiche di Ryan, riuscivano a strapparmi un sorriso anche nei momenti più critici!!!! 😀

    Mi piace

    1. Scusami per gli errori grammaticali ma ho sbagliato a battere e non ho riletto… spero che le scrittrici non diventino pericolose quando si fanno errori del genere… scusa ancora 😦

      Mi piace

      1. Non preoccuparti… e poi che potrei fare? Diventare uno ‘scrittore mannaro’ e aggredire i miei lettori? Scatenarti contro orde di parole dal prossimo libro che leggerai? 😀 Grazie anzi per tutti i complimenti che mi fai e spero che i prossimi libri (quando e se…) ti piaceranno anche di più!!!

        Mi piace

  28. miki i tre libri sono meravigliosi 😀 veramente, riesci a trasportare nel mondo della scacchiera. ti volevo chiedere: se Ryan è stato trovato in un principio d’incendio, morten è stato trovato in una stanza allagata? e milla?

    Mi piace

  29. Il punto è che ogni scacchiera è finita distrutta, ovvero ‘divorata dall’elemento per cui faceva da tramite‘: per Ryan si è incendiata, con evidenti problemucci… Direi che Morten si è ripreso nella vecchia stanza del primo libro… e, magari non proprio allagata, ma un po’ bagnata sì! Immagina la scacchiera che si trasforma in acqua e ‘dilaga’ giù dal tavolo su cui è appoggiata. Quanto a Milla, essendo la sua pedina quella d’Ombra non c’è modo di visualizzare la cosa se non con la stanza in cui si trovava la Scacchiera che resta completamente al buio… diventa completamente e solo ‘ombra’ insomma. Scenicamente lo si potrebbe vedere con un effetto dissolvenza, altrimenti con un dilagare d’ombra che spegne qualsiasi fonte luminosa nella stanza… almeno per un attimo! 😉
    Uno sbuffo di vento per Aria e polvere o sabbia per Terra. Ecco qui… 😀

    Mi piace

  30. Ciao Miki, è la prima volta che scrivo qui ma sappi che sono sempre stata una fan della Scacchiera, fin dal primo libro. Che dire del Maestro degli Inganni? Non ci sono parole per descrivere la bellezza, la complessità e la perfezione di cui questo libro è impregnato; mentre leggevo sentivo di avere gli occhi incollati alle pagine, non riuscivo a staccarmene, e questo è un effetto che non molti libri riescono a creare, secondo me.
    Grazie infinitamente per aver condiviso questo meraviglioso mondo con noi:)

    Mi piace

  31. Wow, Anna… grazie a te! Perfezione penso sia un filino troppo, però sono contenta ti sia piaciuto tanto! Non è mai né ovvio né scontato con un ‘terzo libro’!!! Che dire? Spero che riuscirò ad appassionarti anche con le future storie… quando usciranno, ovviamente! 😀

    Mi piace

  32. Per ora ho letto la trilogia completa solo una volta, ma ho appena finito di rileggere il primo libro. Prima di riiniziarlo non riuscivo a ricordare perfettamente un momento: la parte in cui Milla e Ryan entrano nelle paludi e il gas che aleggiava lì intorno li fa star male.
    Quello che provavo mentre cercavo di ricordare cosa era successo in quella scena era confusione, smarrimento. Ma non erano causati dal fatto che avevo finito il libro da un mesetto, ma proprio perchè è raccontata così bene che ti fa entrare nella scena, proprio come se ogni volta che leggi il libro vieni catapultata nel mondo della scacchiera, anche senza toccare alcuna pedina. Il ricordo, anche adesso che ho appena riletto La Scacchiera nera, è confuso proprio come se avessi respirato il gas “allucinogeno”, chiamiamolo così, insieme ai personaggi.
    Ti faccio i complimenti per la scrittura perchè, davvero, ti catapulta in un mondo a parte, distante milioni dal mondo “reale”.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...